Programma per dimagrire camminando? Come si realizza?

Quando si è in forte sovrappeso, è consigliabile seguire una dieta con l'obiettivo di perdere peso. Per rendere i risultati tangibili, alla dieta è possibile associare una attività sportiva. L'attività sportiva se svolta regolarmente aiuta ad aumentare il dispendio calorico giornaliero, tutto ciò comporta una maggiore semplicità nel perdere peso! A volte colti dalla vergogna del nostro peso, rifiutiamo di andare in palestra, dove siamo convinti di vedere solo persone che possano mostrare muscoli e addominali scolpiti. Convinti di iniziare una dieta, o quanto meno di migliorare la nostra alimentazione, eliminando le classiche "schifezze", decidiamo di aumentare il nostro dispendio energetico camminando. Ma dimagrire camminando è possibile? 

La camminata è un’eccellente attività aerobica che se svolta regolarmente, mantenendo una frequenza cardiaca media, è in grado di donare grandissimi benefici a tutto il sistema cardiovascolare.  Priva di traumi per le articolazioni, la camminare è particolarmente utile a chi è sovrappeso o a chi è obeso. Perdere peso, attraverso delle lunghe camminate veloci è possibile, ma se si desidera ottenere il risultato prefissato è fondamentale seguire un programma di camminata studiato ad hoc. Il piano dei km percorsi dovrà considerare, il percorso, il tempo per percorrere 1 km, la temperatura esterna, il peso di partenza. Realizzare un piano di di questo tipo sarà particolarmente motivante.  La dieta studiata ad hoc, da un nutrizionista, se combinata alle lunghe camminate, non ci porterà ad ottenere un fisico rimodellato, ed ad ottenere quella che oggi sempre più viene chiamata ricomposizione corporea, ma ci aiuterà a perdere massa grassa. Se si desidera ottenere una ricomposizione corporea, ovvero un aumento della massa magra, si dovranno svolgere altri tipi di attività fisiche, come il body builigin, il crossifit o altre attività che stimolano la crescita dei muscoli.

Come dimagrire camminando

Come dimagrisco? E' forse una delle parole più digitate su google quando si è in sovrappeso! Perdere del peso e delle taglie, ti aiuterà non solo a vederti allo specchio più bello/a, ma ti aiuterà a sentirti più in forma durante l'arco di tutta la giornata, eliminando incredibilmente sensi di stress ed ansia. Spesso può accadere che ridurre esclusivamente le quantità cibo introdotto, non soddisfi pienamente, quindi iniziare un'attività aerobica come la camminata ed in particolare la camminata veloce può essere un'eccellente tipologia di allenamento. Ma qual'è la reale differenza tra una semplice passeggiata ed una camminata veloce?

Cos’è la camminata veloce?

Quando si esegue una camminata veloce, si intende che un uomo o una donna in buona salute, riescono a mantenere un passo di velocità almeno pari a 6 km/h. E' bene sottolineare che il ritmo di 6 km/h è puramente indicativo, in quanto diversi fattori possono incidere rallentando la velocità, ma non l'efficacia della camminata. Età, peso, ed altri fattori sono tra i principali motivi di un piccolo rallentamento. Ciò che è realmente fondamentale è riuscire ad applicare il proprio ritmo, mantenendolo più a lungo possibile.

Troppo spesso viene suggerito che per dimagrire attraverso delle lunghe passeggiate, dobbiamo mantenere una frequenza cardiaca, intorno al 60%-70% della massima intensità. Un metodo per comprendere se riusciamo a mantenere il 60-70% dell'intensità è quella di provare a canticchiare.

In realtà la teoria di camminare mantenendo la propria frequenza cardiaca in un range che varia tra il 60 al 70 %  è piuttosto arcaica, e va necessariamente rivista. Questo perché il nostro organismo è in grado di trasformare i vari micronutrienti (ovvero gli zuccheri assunti in precedenza in grassi, sono proprio questi nutrienti che tendono a farci ingrassare,) e i grassi in energia.

Per questo motivo il compito delle calorie totali assunte (generalmente nel arco di 1-2 settimane), meno il numero di calorie bruciate che determina il peso del soggetto. Al fine della vecchia teoria, se estendessimo il concetto di frequenza cardiaca al concetto di dimagrimento, il calcolo comunque rimarrebbe abbastanza impreciso. Il solo rilevamento della frequenza cardiaca non è in grado di rilevare la percentuale di grassi bruciati dal soggetto che si è adoperato a svolgere una determinata attività fisica,  per un determinato lasso di tempo.

Questo concetto è particolarmente semplice da spiegare attraverso una disciplina come la corsa. Il maratoneta a differenza del mezzofondista deve bruciare durante la gara una certa percentuale di grassi, in modo particolarmente diverso dal mezzofondista. Le due attività dimostrano come sia utopico associare una frequenza cardiaca comune. A rafforzare questo concetto sono gli atleti in evidente stato di crisi, infatti nonostante che durante la crisi (sportiva) abbiano una frequenza cardiaca piuttosto bassa, hanno difficoltà nel concludere la propria performance. Ecco che i valori della frequenza cardiaca sono da ritenersi approssimativi, anche se in una prima fase possiamo regolarci attraverso l'applicazione di apparecchiature elettroniche, che monitorano la frequenza cardiaca.

Quante calorie si bruciano camminando?

Nonostante il miglioramento delle informazioni che abbiamo ricevuto, ancora molte persone sono convinte che per dimagrire hanno bisogno di estenuanti allenamenti ed ore di corse abbinate a migliaia di cruch. 

Ecco dunque che vogliamo mostrarvi la formula matematica per calcolare il dispendio energetico,

  • dispendio energetico: 0.9 x 10 x 85 = 765 calorie;
  • dispendio lipidico: (10 x 70) / 20 = 42,5g di grasso

Se prendiamo una persona che desidera effettuare una camminata veloce per circa 90 minuti, percorrendo 10 Km e con un peso corporeo di  85 kg, abbiamo un consumo di grassi di circa 42 grammi.

Un chilogrammo di grasso è composto da circa 7000 calorie, pari ad 8000 gr di grasso.  Tornando al esempio precedente l'atleta che desidera perdere 1 kg di massa grassa attraverso la camminata veloce, dovrà percorre oltre 200 Km. 

Attraverso questo semplice calcolo è possibile comprendere, come sia importante abbinare la giusta attività aerobica ad una attività anaerobica, in grado di stimolare il nostro organismo alla crescita di massa magra (muscoli), per poter non  solo ridefinire il proprio fisico, ma ottenere dei sensibili miglioramenti, sia in termini di peso sia in termini di salute!

 

Note sull'autore: Anywaybio

Anywaybio non è solo un e-commerce di prodotti biologici, ma è anche il voler approfondire insieme a tutti voi,  tematiche attauali come lo sport, alimentazione e cosmesi! 

Tutte le informazioni presenti su Anywaybio.com hanno solo ed esclusivamente uno scopo puramente informativo. In nessun caso Anywaybio vuole sostituirsi alla visita specialista, anzi ne promuove e ne consiglia sempre una. L’utilizzo di tutte le informazioni presenti su Anywaybio, è sotto la responsabilità ed il controllo unico dell’utente. Il sito non è responsabile del contenuto e delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali Anywaybio.com può rimandare attraverso un link.

Company

  • Anywaybio di Castaldi Giuseppe
  • Via Peschiera, 4 80075 Forio
  • P.IVA. 08571781213
  • C.F. CSTGPP84P19E329N

I nostri Partner

About

  • Newsletter
  • Spedizioni Tempi e Costi
  • Chi Siamo
  • Informativa privacy
  • Termini di contratto
  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Catalogo