Glicemia cos'è e cosa mangiare?

Cos’è la glicemia e perché può essere letale? Con il termine glicemia si indica la concentrazione di glucosio presente nel sangue. Il glucosio è un nutriente indispensabile per lo sviluppo delle cellule, dato che ha lo scopo di nutrirle, prelevandolo direttamente dal sangue.

La principale fonte di glucosio è data dall'alimentazione, mentre in misura ridotta può essere sintetizzato a partire da protidi e lipidi, presenti all’interno del nostro organismo! Attraverso un sistema intrinseco il nostro organismo è in grado mantenere costante il livello di glicemia durante tutta la giornata.

La regolazione della glicemia avviene ad opera di specifici ormoni. A loro volta questi ormoni si dividono in ormoni ipoglicemizzanti, in grado di abbassare i livelli di glicemia e ormoni iperglicemizzanti in grado di innalzarla. L’ormone più importante ipoglicemizzante è l’insulina, n ormone prodotto dal pancreas, indispensabile per il metabolismo degli zuccheri.

Valori glicemia come individuarli:

I valori glicemici presenti nel sangue possono essere rilevati attraverso un semplice test. Le analisi possono essere svolte nei laboratori, poliambulatori, negli ospedali ed in alcuni casi nelle farmacie più attrezzate. L’esame della glicemia viene effettuato attraverso un semplice prelievo di sangue effettuato a digiuno ed è in grado di stabilire il livello di glucosio presente. Le analisi svolte consentono di conoscere i valori glicemici presenti nel sangue. Per non destare nessun tipologia di preoccupazione questi dovranno essere compresi in un intervallo che varia da 60-110 mg/dl. Quando i risulati delle analisi dimostrano che i valori superano 110 mg/dl si parla di valori alterati. Valori compresi tra i 110 ed i 125 mg/dl, indicano uno stato di pre-diabete, mentre quando i valorii superano i 126 mg/dl si definisce diabete conclamato.

Sintomi della glicemia alta, come riconoscerla?

Diagnosticare uno stato di diabete o pre-diabete, attraverso i soli sintomi è un percorso estremamente complesso. Ciò è dovuto dalla capacità della glicemia di essere del tutto asintomatica. Nonostante ciò i principali sintomi che si manifestano sono:

  • la secchezza delle fauci;
  • lo stimolo di urinare con frequenza;
  • un malessere generale;
  • un dimagrimento graduale ed un calo della vista. 

Glicemia alta cosa mangiare? Pianificare il piano alimentare

Pianificare la propria dieta con un dietologo o con nutrizionista, risulta fondamentale qunado si scopre di soffrire di diabete o pre-diabete. Normalmente una dieta bilanciata in caso di diabete o pre-diabete, prevede il largo consumo di verdure, frutta, ortaggi, cereali preribilmente integrali. Quando i valori glicemici sono cosi alti, che si riscontra il diabete è importante variegare la propria dieta inserendo alimenti proteici, ricchi di acidi grassi essenziali come gli omega-3, presenti in buone quantità in legumi e pesci.

Glicemia alta cibi da evitare:

Conoscere gli alimenti da consumare quando si soffre di glicemia alta è importante. Contrariamente a ciò che pensi, esistono tantissimi alimenti che possono  essere inseriti nella tua dieta senza alcuna problematica. Tuttavia è bene precisare che alcuni cibi sono assolutamente evitare se non vorrai riscontrare delle patologie gravi.

La tua dieta non dovrà prevedere o almeno ridurne drasticamente l'uso di cibi ricchi di zucchero come i frutti dolci. Uva, datteri, fichi e banane, sono degli alimenti assolutamente da evitare.  Oltre alla frutta dolce è preferibile evitare i succhi di frutta, il mais, il purè di patate, le carni rosse ed i formaggi. Inoltre è molto probabile che la dieta prescritta dal nutrizionista, oltre che ai cibi elencati non preveda il consumo di miele, marmellate e cioccolate. Fortunatamente esistono prodotti dolciari pensati appositamente per chi soffre di glicemia alta. Pertantoi se sei goloso, sappi che potrai acquistare e consumare cioccolate e marmellate preparate ad doc.

Glicemia alta cosa mangiare a colazione:

Gli alimenti sopra esposti possono essere consumati tranquillamente da tutti anche se i livelli della glicemia non sono preoccupanti. Pranzi deliziosi e cene salutari, possono essere preparate facilmente, anche quando si soffre di glicemia alta, ma cosa mangiare a colazione? Quando i valori della glicemia sono alti, la prima regola è quella di non eccedere con i carboidrati a colazione. Pe questo è fondamentale effettuare una colazione a base di carboidrati ad indice glicemico basso.

Iniziare la giornata con prodotti preparati a base di farine di segale, farro e riso, risulta essere il miglior modo per inziare la giornata. Rappresentano un'eccellente alternativa, i fiocchi di cereali integrali, senza zuccheri aggiunti. Quando il nutrizionista lo consiglia, può essere inserita la frutta di stagione. Tuttavia può essere aggiunta solo determinate tipoligie di frutti: come le mele, fragole, arance e le pere. Perché? Semplice questi frutti hanno un basso contenuto di glucide. Se ami consumare delle deliziose marmellate, dovrai scegliere quelle senza zuccheri aggiunti, realizzate dal 100% di frutta; utilizzandole in piccole quantità.

In alternativa è possibile effettuare una colazione proteica, consumando sia protene di origine animale, che proteine di orgine vegetale. Una valida colazione proteica potrebbe essere composta da yogurt magro, uova, ed in alcuni casi da frutta secca per via dell'elevata quantità di grassi saturi.

Le bevande nella dieta glicemica:

A colazione cosi come durante la giornata non tutte le bevande possono essere consumate. Oltre ovviamente alla classica acqua, le bevande consentite quando si soffre di glicemia alta sono:

  • il te verde,
  • il caffè decaffeinato,
  • il latte scremato,
  • il latte parzialmente scremato.

E’ opportuno bere queste bevande senza zuccherarle, assicurandosi che queste siano preparate senza l'aggiunta di zuccheri. Per questo è fondamentale leggere attentamente le etichette ponendo massima  attenzione.

Come abbassare i livelli di glicemia:

Quando si soffre di glicemia alta,  ridurre e mantenere sotto controllo i valori di glucosio presente nel sangue, è indispensabile per scongiurare terribili conseguenze, soprattutto per i pazienti diabetici.

Un eventuale cura farmacologica per ridurre i valori glicemici è decisa dal medico curante. Il medico normalmente prima di ricorrere ad una cura farmacologica, prova ad abbassare i livelli glicemci, attraverso l'alimentazione, l'utilizzo di integratori naturali e attraverso l'inserimento di una regolare attività fisica. Forse non lo immagini neanche, ma lo sport è un potente rimedio per ridure i livelli di glicemia presenti nel sangue. Ciò accade perché il nostro organismo quando si trova a riposo utilizza l’insulina come veicolo di trasporto per assorbire il glucosio presente nel sangue. Ne deriva che durante l'attività fisica, i muscoli assorbono una maggiore quantità di glucosio, e ciò avviene maggiormente quando si stimola lo spostamento di molecole captrartici di glucosio presenti nelle cellule.

 
 

Note sull'autore: Anywaybio

Anywaybio non è solo un e-commerce di prodotti biologici, ma è anche il voler approfondire insieme a tutti voi,  tematiche attauali come lo sport, alimentazione e cosmesi! 

Tutte le informazioni presenti su Anywaybio.com hanno solo ed esclusivamente uno scopo puramente informativo. In nessun caso Anywaybio vuole sostituirsi alla visita specialista, anzi ne promuove e ne consiglia sempre una. L’utilizzo di tutte le informazioni presenti su Anywaybio, è sotto la responsabilità ed il controllo unico dell’utente. Il sito non è responsabile del contenuto e delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali Anywaybio.com può rimandare attraverso un link.

Company

  • Anywaybio di Castaldi Giuseppe
  • Via Peschiera, 4 80075 Forio
  • P.IVA. 08571781213
  • C.F. CSTGPP84P19E329N

I nostri Partner

About

  • Newsletter
  • Spedizioni Tempi e Costi
  • Chi Siamo
  • Informativa privacy
  • Termini di contratto
  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Catalogo