Vitamina d a cosa serve?

Se fino a qualche anno fa, era la vitamina C ad essere quella più di "moda", oggi la vitamina D ha preso il suo posto, essendo cosi sempre più oggetto di studio! E allora cerchiamo di comprendere insieme, perché questa vitamina è cosi importante per il nostro organismo, quali sono gli effetti che provoca la vitamina d bassa, e soprattutto sottolineiamo a cosa serve la vitamina d al nostro organismo!   

Come la vitamina A,E, e K la anche la vitamina D è una vitamina liposolubile ovvero capace di sciogliersi nei grassi. In realtà rappresenta pro-ormoni  liposolubili,  costituito da ben 5 vitamine D1-D2-D3-D4-D5. Sfortunatamente gli alimenti con vitamina d che puoi assumere a tavola non sono tantissimi e per di più sono tutti alimenti che contengono una bassa quantità di vitamina D.

A differenza delle altre vitamine liposolubili che devono essere necessariamente introdotte nel nostro organismo attraverso l'alimentazione la vitamina è in grado di essere sintetizzata alla luce del sole.

Carenza vitamina d sintomi

Fondamentale per il corretto funzionamento del nostro organismo, la questa vitamina è considerata indispensabile per il nostro organismo. E' in grado di agire e di contribuire in modo fondamentale al corretto stato di salute delle ossa, del cervello e del cuore. Se un sovra dosaggio di vitamina D, è particolarmente complesso da riscontrare,  ciò che normalmente ci preoccupa maggiormente, è cosa accade quando il nostro organismo si trova a dover combattere una sua carenza e quali sono i sintomi che possono comparire?

Le principali fonti da cui il nostro organismo è in grado di sintetizzare   la vitamina d sono fondamentalmente 2, l'esposizione alla luce luce solare e l'alimentazione. Diagnosticare una eventuale carenza di vitamina, non particolarmente intuitivo da parte del medico, anche se una sua carenza può essere diagnosticata attraverso delle semplici analisi del sangue. I sintomi più comuni  causati da un insufficienza sono:

  • dolori alle ossa e debolezza muscolare. Sono tra i più difficili da diagnosticare e spesso sono confusi con i sintomi del influenza;
  • osteoporosi: la carenza di vitamina d ci espone maggiormente al rischio di osteoporosi.
  • problemi cardiaci, nel lungo periodo, la carenza di vitamine del gruppo D  può potrebbe portare risentimenti cardiaci;
  • Asma nei bambini i più piccoli, specialmente quelli che trascorrono molte ore a casa, possono avere dei rischi concreti di insufficienza di vitamina D, ed un sintomo particolarmente frequente nei bambini è la comparsa dell'asma. Uno stato di insufficienza, non è assai rara nei più piccoli anzi diversi studi dimostrano come 6 bambini su 10 abbiano una mancanza di vitamina D, una vitamina particolarmente importante nei più piccoli dato che è una sostanza fondamentale per il fissare il calcio, e pertanto per la salute delle ossa;
  • disturbi cognitivi: colpiscono principalmente gli anziani che spesso hanno una carenza di vitamina;
  • disturbi psicologici ed emotivi: la carenza di questa vitamina può portare a continui cambi di umore;
  • sudorazioni delle mani:  quando il sintomo compare in maniera piuttosto inspiegabile, questo disagio viene spesso associato alla carenza di vitamina d
  • rachitismo: nei bambini è una delle conseguenze più gravi, ed ecco perché è particolarmente importante che le donne in gravidanza e in allattamento presentino degli adeguati livelli di vitamina D, per proteggere il proprio bambino. Gli adulti che soffrono di una carenza accentuata di vitamina, possono riscontrare dei problemi di deformazione delle ossa, con inarcamenti anomali a livello degli arti inferiori e della colonna vertebrale;
  • rischio di Alzheimer: in Scozia qualche anno fa, uno studio mise in correlazione la sua  carenza  con il rischio di ammalarsi di Alzheimer. 

Carenza vitamina d cause:

Se ti stai domandando quali sono realmente le cause che possono provocare, una carenza importante di vitamina D è  bene sottolineare che, se alcune cause possono essere correttamente modificate, al fine di migliorare la propria condizione di salute, esistono delle cause che non possono essere controllate.

Tra i diversi fattori che possono incidere in una insufficienza di vitamina d troviamo:

  • un insufficiente apporto alimentare di vitamina d;
  • un’inadeguata esposizione al sole che ci comporta i seguenti fattori;
    • ridotta attività fisica all’aria aperta;
    • pelle scura;
    • vivere nelle due estremità del pianeta;
    • un uso di creme solari eccessivo;
  • la presenza di malattie epatiche conosciute meglio come malattie renali, le quali compromettono la conversione della vitamina D;
  • un alterato assorbimento intestinale

A tutto ciò, a peggiorare una situazione dove una carenza di vitamina è evidente devono essere aggiunti alcuni fattori, che nella maggior parte delle volte possono essere controllati:

  • Il fumo;
  • l’avanzare del età;
  • l’obesità, in quanto il tessuto adiposo trattiene la vitamina D, riducendone la biodisponibilità;
  • l’alcolismo;
  • la pelle scura;
  • la celiachia,  compromette l’assorbimento di vitamina d a livello intestinale.

Carenza di vitamina d rimedi

I medici misurano i livelli di vitamina D presente nel corpo umano attraverso una concertazione sierica del 25-idrossicalciferolo, nota anche come calcidiolo o 25-OH-D. Espressa attraverso due unità di misura, nanomole per litro nmol/l ed il nanogrammo per millilitro, identificato attraverso la sigla ng/ml. Una adeguata concentrazione di vitamina D, presente nel sangue di un uomo è compresa tra 75 e 200 nmol/l. I medici iniziano a parlare di insufficienza di vitamina di quando questa è inferiore ai 75nmlol/l. Dopo aver effettuato le analisi ed aver riscontrato un livello più basso del dovuto, possono essere intraprese le opportune cure debite per  ripristinare i valori sufficienti di vitamina d. I rimedi utilizzati attualmente per poter combattere uno stato di insufficienza di vitamina d  sono principalmente 2.

La terapia casuale, cioè una terapia mirata a contrastare le cause dei livelli bassi di vitamina ed una terapia atta a ripristinare i valori normali della vitamina che prende il nome di “vitamina del sole”. 

A differenza della terapia causale, che varia da paziente a paziente, e si effettua  con lo scopo di individuare la causa scatenante della carenza di vitamina D, la terarpia “vitamina del sole” consiste generalmente in un regime dietetico, volto ad aumentare il livello di vitamina d, attraverso gli alimenti, o in casi più gravi  attraverso integratori specifici. E' bene precisare che la dieta viene prescritta da un medico dietologo o da un nutrizionista e va supportata da periodiche analisi del sangue.

La differenza sostanziale e che la terapia causale ha effetti nel lungo periodo, e quindi non immediati, mentre la seconda ha un effetto nel breve periodo, ed è particolarmente utilizzata in caso di gravi carenze.  Generalmente attraverso la terapia causale viene cambiato il proprio stile di vita, cercando di esporsi per un minimo di 15-20 minuti al giorno al sole senza alcuna protezione solare.

Alimenti che contengono la vitamina d 

Se ti stai chiedendo come assumere vitamina d attraverso l'alimentazione sappi che esistono alcuni alimenti più che altri la contengono in piccole percentuali, e che normalmente vengono inseriti dal tuo nutrizionista nella dieta prescritta. In genere gli alimenti che non mancano da una dieta bilanciata volta a ripristinare i normali valori sono: 

  • i pesci grassi, ne sono particolarmente ricchi, sardine, merluzzi, sgombri e aringhe ne sono da testimoni;
  • olio di fegato di merluzzo; 
  • latte e latticini
  • uova;
  • verdura a foglia larga

Oltre agli alimenti in cui è presente naturalmente la  vitamina, esistono alimenti fortificanti. Si tratta di alimenti a cui viene aggiunta la vitamina d. questi alimenti sono principalmente:

  • il latte;
  • succo d’arancia;
  • latte di soia;
  • yogurt;
  • cereali da colazione;
  • margarina

E’ importante comprendere che una elevata concentrazione di vitamina d nel nostro organismo può comportare fenomeni di tossicità, ecco perché è di particolare importante dopo aver riscontrato attraverso le analisi una inadeguata quantità di vitamina d, presente nel nostro organismo rivolgersi al nutrizionista, per ottenere una dieta sana ed equilibrata.

Note sull'autore: Anywaybio

Anywaybio non è solo un e-commerce di prodotti biologici, ma è anche il voler approfondire insieme a tutti voi,  tematiche attauali come lo sport, alimentazione e cosmesi! 

Tutte le informazioni presenti su Anywaybio.com hanno solo ed esclusivamente uno scopo puramente informativo. In nessun caso Anywaybio vuole sostituirsi alla visita specialista, anzi ne promuove e ne consiglia sempre una. L’utilizzo di tutte le informazioni presenti su Anywaybio, è sotto la responsabilità ed il controllo unico dell’utente. Il sito non è responsabile del contenuto e delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali Anywaybio.com può rimandare attraverso un link.

Company

  • Anywaybio di Castaldi Giuseppe
  • Via Peschiera, 4 80075 Forio
  • P.IVA. 08571781213
  • C.F. CSTGPP84P19E329N

I nostri Partner

About

  • Newsletter
  • Spedizioni Tempi e Costi
  • Chi Siamo
  • Informativa privacy
  • Termini di contratto
  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Catalogo