Mirtilli: proprietà usi e controindicazioni!

Reputati dei frutti molto preziosi, i mirtilli più conosciuti ed apprezzati nascono dalla pianta Vaccinum Myrtillus, una pianta appartenente alla famiglia delle Ericacee. Ammirati per le proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e vasodilatatore, il loro consumo regolare contribuisce nella cura del sistema cardiocircolatorio.

Insieme alle more e frutti rossi, sono considerati dei frutti di bosco, in grado di donare una forte protezione agli occhi e combattendo la formazione di radicali liberi, contribuendo cosi a limitare l'invecchiamento cellulare.

Considerato un frutto di bosco, insieme alle more e ai frutti rossi, il mirtillo è un prodotto che se consumato regolarmente è in  grado di garantire diversi benefici  al nostro organismo, offrendo una maggiore protezione agli occhi, e contro l’invecchiamento cellulare. Grazie a questi particolari benefici, i mirtilli (più che frutti) sono delle bacche particolarmente apprezzate dal mondo femminile.

La coltivazione dei mirtilli:

La pianta di mirtillo è un arbusto molto comune, in grado di nascere spontaneamente nelle zone montane del nord Italia, in diverse varietà. Nonostante ciò è coltivato in diverse specie,  ma la varietà di mirtillo, più coltivata è il Viccinium Myrtillus, una specie di mirtillo in grado di garantire maggiori proprietà benefiche.

La pianta è caratterizzata da un fiore bianco, o leggermente rosato, e produce delle bacche dette volgarmente frutti, che variano dal colore rosso al colore violaceo.

Una volta mature, le bacche di mirtillo, possono essere raccolte e consumate sia nella loro fresca, oppure possono essere utilizzate, per la preparazione di deliziosi succhi o marmellate, utilissime da utilizzare nella preparazione di dolci e nelal preparazione di deliziose prime colazioni.

Proprietà dei mirtilli:

Il mirtillo è una di quelle piante di cui si utilizzano più droghe ( parti), tanto che si utilizzano le bacche, le foglie e le radici per le diverse attività terapeutiche.

Le bacche sono caratterizzate dalla presenza di acidi organici, in particolare da acido malico e citrico, da zuccheri, tannini, pectina e dalla ricca e contemporanea presenza di vitamina A e C, mentre è presente in quantità minore la vitamina B. Il loro caratteristico colore è invece dato dalla presenza di glucosidi antocianici, conosciuti anche con il nome di mirtillina.

Gli effetti benefici degli antocianici, presenti nel mirtillo contribuiscono a ridurre la permeabilità dei capillari, rinforzando la struttura del tessuto connettivo, che sostiene i vasi sanguigni, migliorando l'elasticità ed il tono.

Il raggruppamento chimico, conferisce al mirtillo delle proprietà capillaroprotettrice, rendendolo un frutto particolarmente adatto, al trattamento dei disturbi circolatori, specie se questi sono di origine venosa, in particolar modo sono apprezzati a carico della retina.

Le antocianine presenti sono in grado di inibire l'attività di alcuni enzimi in grado distruggere il collagene ed i tessuti elastici dei capillari e dei vasi del sistema circolatorio periferico, provocando una maggiore fragilità.

Le antocianine agiscono favorendo la velocità di rigenerazione della porpora retinica degli occhi, favorendo una migliore visione in scarsa luminosità.

Ricco di vitamina A e vitamina C, nelle bacche di mirtillo sono presenti discrete quantità di vitamina B1, B2 e PP oltre a sali minerali come il calcio, fosforo, potassio e sodio che conferiscono al frutto una potente azione antiossidante.

Grazie alle proprietà nutritive del mirtillo, coadiuvate, dagli antocianosidi, inibiscono alla formazione dei radiciali liberi, principali responsabili, dell'ossidazione delle particelle di colesterolo LDL.

Le antocianine presenti nel mirtillo ricoprono un ruolo antisettico utile nel trattamento della diarrea, delle coliche delle cistiti.

Controindicazioni del mirtillo:

Consumato in dosi moderate, il mirtillo non presenta particolari controindicazioni ed effetti collaterali, anche se un consumo eccessivo è in grado di provocare diarrea, disturbi intestinali, mal di testa, mal di stomaco e nausea.

Pertanto si consiglia di non superare la dose di bacche fresche consigliata pari a 90 grammi al giorno per poter beneficiare di tutte le sue proprietà.

Gli estratti a base di mirtillo potrebbero interferire con alcuni farmaci anticoagulanti e antidiabetici cosi come un uso prolungato delle foglie può ridurre l'assorbimento di ferro.

Oltre a poter causare delle reazioni allergiche, il consumo di mirtilli e dei suoi derivati è sconsigliato a chi soffre di calcoli renali, in quanto i mirtilli contengono ossalati.

 

Note sull'autore: Anywaybio

Anywaybio non è solo un e-commerce di prodotti biologici, ma è anche il voler approfondire insieme a tutti voi,  tematiche attauali come lo sport, alimentazione e cosmesi! 

Tutte le informazioni presenti su Anywaybio.com hanno solo ed esclusivamente uno scopo puramente informativo. In nessun caso Anywaybio vuole sostituirsi alla visita specialista, anzi ne promuove e ne consiglia sempre una. L’utilizzo di tutte le informazioni presenti su Anywaybio, è sotto la responsabilità ed il controllo unico dell’utente. Il sito non è responsabile del contenuto e delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali Anywaybio.com può rimandare attraverso un link.

Company

  • Anywaybio di Castaldi Giuseppe
  • Via Peschiera, 4 80075 Forio
  • P.IVA. 08571781213
  • C.F. CSTGPP84P19E329N

I nostri Partner

About

  • Newsletter
  • Spedizioni Tempi e Costi
  • Chi Siamo
  • Informativa privacy
  • Termini di contratto
  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Catalogo