Il farro un antico cereale ricco di proprietà!

Il farro è un cereale che se consumato regolarmente è in grado di garantire numerosi benefici alla nostra salute, e si apprezza per la sua capcità di apportare energia al nostro organismo in quanto ricco di amido. Appartenente alla famiglia delle Graminacee, si tratta di un cereale coltivato già 6000 anni prima di Cristo e si differenzia in 3 specie ben precise;  T. monococcum conosciuto come farro piccolo, T.dicoccum farro medio e T. Spelta farro grande;  e la sua specie deve essere riportata obbligatoriamente sulla confezione di ogni prodotto acquistata.

L'industrializzazione e le moderne tecniche di cultura videro un drastico calo della coltivazione del cereale e del suo consumo a cavallo tra gli anni 70 e gli anni 90, anche se recentemente "fortunatamente" questo delizioso cereale a basso indice glicemico ha visto nuovamente diffondersi sulle nostre tavole, ed il suo utilizzo è nuovamente apprezzato, per le sue notevoli proprietà nutrizionali.

Proprietà e benefici del farro:

In Italia la coltivazione di farro, avviene principalmente nelle regioni del Emilia Romagna e della Liguria. Alcune regioni come la Toscana, Umbria e Lazio, negli ultimi anni hanno aumentato la sua coltivazione, a dimostrazione del progressivo riutilizzo del cereale. Relativamente semplice da coltivare, la pianta è particolarmente resistente, ed è in grado di adattarsi a terreni poveri ed in grado di resistere alle basse temperature, non necessita del utilizzo di pesticidi, anche è preferibile acquistare un prodoto ottenuto da coltivazione biologica.

La grande duttilità di questo alimento ne permette il suo utilizzo in diverse forme, ed in diversi momenti della giornata. Può essere consumato sia in chicchi o sotto forma di prodotti da forno, che lo rendono un cereale utilizzabile sin dal mattino,  sia sotto forma di farina, dalla quale si ottiene la pasta di farro.

In commercio il farro è reperibile in due forme farro perlato e farro decorticato, ed è acquistabile nei supermercati, e nei negozi on line specializzati, dove lo troverai principalmente di coltivazione controllata. Commercializzato nelle varianti decorticato e perlato, c’è moltissima confusione sulla varietà di farro da scegliere, durante la  fase di acquisto. Comprendere le differenze tra i due prodotti fondamentale, al fine di garantire al nostro organismo, un maggiore quantitativo elementi preziosi per la nostra salute. Decidere consapevolmente se acquistare un pacco, di farro decorticato o farro perlato, è pertanto indispensabile per garantire al nostro organismo i maggiori benefici. 

Alla raccolta, il cereale si presenta con una pellicola esterna che prende il nome di glumetta. Questa pellicola è ricca di fibre e contiene una discreta quantità di vitamine e minerali. Consumato direttamente senza nessun processo di raffinazione,  questo delizioso cereale avrebbe bisogno di numerose ore di ammollo, ed un tempo lungo di cottura. Infine il processo di digestione potrebbe essere lungo e delicato.

Al fine di renderlo più digeribile, al farro decorticato viene tolta la glumetta, ovvero la parte più esterna del chicco. La perdita della glumetta permette al farro di non perdere le sue principali proprietà nutrizionali, ma di renderlo consumabile più facilmente. Con tempi di cottura medi, il suo principale utilizzo avviene per la realizzazione di zuppe o minestre.

Il farro perlato invece si differenzia dal decorticato, in quanto più raffinato. Oltre a perdere la glumetta, subisce un ulteriore processo di lavorazione, un processo simile a quello dell’orzo perlato. Attraverso il processo di perlatura, il chicco di farro viene graffiato, rendendolo più chiaro, e riducendone notevolmente la quantità di fibre. Anch'esso viene utilizzato nella realizzazione di zuppe e minestre, ed è principalmente consigliato a chi per la prime volte si avvicina ad una dieta basata sul assunzione di cereali.

Se in termini nutrizionali la differenza tra i due prodotti risulta elevata, in termini di fibre rilasciate, il loro apporto calorico è piuttosto simile,  mentre in cucina, il farro perlato è apprezzato per la sua capacità di cuocere prima rispetto al farro decorticato.

Come descritto in precedenza, il consumo di farro ed in particolar modo il consumo di farro decorticato garantisce numerosi benefici al nostro organismo. Il suo consumo garantisce di un elevato contenuto proteico, ad alto valore biologico. Contemporaneamente si tratta di un alimento povero di grassi e ricco di fibre (sopratutto il decorticato), e sali minerali.

Tra i benefici maggiormente apprezzabilii, il suo regolare consumo, contribuisce ad ottenere un  processo di digestione più semplice, in quanto è un alimento più digeribile rispetto al grano tenero. Gode di ottime proprietà lassative e chi soffre di stitichezza le può sfruttare al meglio. Il suo consumo regolare, a patto che si tratti di un alimento coltivato attraverso agricoltura biologica, è in grado di proteggere l’apparato digerente, da malattie come gastriti e disturbi come il ristagno della bile nell’intestino.

Grazie ad un processo più semplice di digestione, il suo consumo viene consigliato da nutrizionisti, medici. ed esperti nel settore alimentare nelle diete dimagranti. Il suo consumo infatti è considerato come un alimento altamente saziante, che aiuta a limitare la quantità di cibo introdotta durante i pasti.

Non solo utile in processo di dimagrimento, il consumo di farro contribuisce a diminuire il rischio diverse malattie come l'arteriosclerosi. Grazie al contenuto di niacina presente nel cereale, il farro è utile ad abbassare i livelli di colesterolo LDL ed il rischio cardiovascolare. Da ciò ne deriva che, il consumo costante di farro è utile per ridurre il rischio di diabete di tipo 2. Grazie all’elevato contenuto di fibre e di elementi nutritivi, consumare due volte alla settimana farro, contribuisce alla prevenzione di insulino-resistenza, ischemie e obesità.

Controindicazioni del farro nella dieta:

Purtroppo il farro cosi come il grano tenero ed il grano duro, contiene glutine. Si tratta quindi un alimento assolutamente inadatto a chi soffre di celiachia e di intolleranze al glutine. Inoltre le notevoli proprietà lassative, prima elencate del farro, lo rendono inadatto a chi soffre di colite croniche.

Note sull'autore: Anywaybio

Anywaybio non è solo un e-commerce di prodotti biologici, ma è anche il voler approfondire insieme a tutti voi,  tematiche attauali come lo sport, alimentazione e cosmesi! 

Tutte le informazioni presenti su Anywaybio.com hanno solo ed esclusivamente uno scopo puramente informativo. In nessun caso Anywaybio vuole sostituirsi alla visita specialista, anzi ne promuove e ne consiglia sempre una. L’utilizzo di tutte le informazioni presenti su Anywaybio, è sotto la responsabilità ed il controllo unico dell’utente. Il sito non è responsabile del contenuto e delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali Anywaybio.com può rimandare attraverso un link.

Company

  • Anywaybio di Castaldi Giuseppe
  • Via Peschiera, 4 80075 Forio
  • P.IVA. 08571781213
  • C.F. CSTGPP84P19E329N

I nostri Partner

About

  • Newsletter
  • Spedizioni Tempi e Costi
  • Chi Siamo
  • Informativa privacy
  • Termini di contratto
  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Catalogo